X

X

RICEVUTO!

hasta pronto
X

RICEVUTO!

hasta pronto
X

RICEVUTO!

hasta pronto
X

RICEVUTO!

hasta pronto

Ancora con questo browser? È arrivato il momento di aggiornarlo per navigare nella migliore versione del nosotro sito.

Fai click qui per scaricarlo!

ÉSTE ES
NUESTRO CATÁLOGO
DE EXPORTACIÓN

¡Entra y descubre todos nuestros productos de alimentación sana!

DESCARGAR CATÁLOGO
Chiudi pop up

INSCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter: ricevi periodicamente le migliori ricette, notizie e tendenze.

TORNA ALL'ELENCO
Viaggiando per lo spazio AUTORE: Àngels Codina 23 settembre 2016

Viaggiando per lo spazio

Centinaia di oggetti lanciati dagli uomini, dal suono di un bacio alla spada laser di Luke Skywalker, adesso passeggiano per l’Universo.

Quando, negli anni 60, si cominciò ad esplorare il Sistema Solare, si iniziò anche a cercare altre forme di vita intelligente nello spazio. Vennero lanciate diverse sonde e satelliti verso Venere, Marte e Giove, ma senza risultato.

Successivamente, l’astrofisico e divulgatore scientifico Carl Sagan venne incaricato di elaborare un messaggio per gli extraterrestri per lanciarlo nello spazio. Il risultato fu un disco dorato che venne inviato a bordo della nave spaziale Voyager nel 1977, e che conteneva suoni e immagini che davano informazioni sulla vita e sulla cultura della Terra.

Includeva, tra molte altre cose, il disegno di un uomo e di una donna nudi, una foto del Teatro dell’Opera di Sidney, il verso di uccelli e cicale, il suono dei tuoni, l’abbaiare di un cane, il suono del bacio tra madre e figlio e il battito di un cuore; una formula di saluto in 59 lingue e messaggi scritti dall’allora presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter.

Oggigiorno il disco continua a viaggiare per lo spazio, insieme a centinaia di oggetti davvero molto insoliti e curiosi. Uno di questi è la canzone Across the Universe, dei Beatles, che dal 2008 vagabonda per l’universo a 300.000 km al secondo nella direzione della Stella del Nord, Polaris, a 431 anni luce dalla Terra.

Ci sono anche un pupazzetto Lego raffigurante Galileo e due dèi romani, Giove e Giunone, la spada laser di Luke Skywalker e un pupazzo di Buzz Lightyear; i resti delle scimmie che vennero lanciate in varie missioni nello spazio, lo sperma di un riccio di mare, un’enorme stampante 3D; buste piene di vomito e perfino un numero della rivista Playboy, oltre all’orologio e alla sciarpa della celebre aviatrice Amelia Earhart.

 

 

I COMMENTI DEI LETTORI

Vuoi lasciarci un commento sul post?

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con un asterisco. *