X

X

RICEVUTO!

hasta pronto
X

RICEVUTO!

hasta pronto
X

RICEVUTO!

hasta pronto
X

RICEVUTO!

hasta pronto

Ancora con questo browser? È arrivato il momento di aggiornarlo per navigare nella migliore versione del nosotro sito.

Fai click qui per scaricarlo!

ÉSTE ES
NUESTRO CATÁLOGO
DE EXPORTACIÓN

¡Entra y descubre todos nuestros productos de alimentación sana!

DESCARGAR CATÁLOGO
Chiudi pop up

INSCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter: ricevi periodicamente le migliori ricette, notizie e tendenze.

TORNA ALL'ELENCO
Bubble Soccer,  Zorb Football AUTORE: Sergio Collado 16 agosto 2016

Bubble Soccer, quando nel pallone ci stai dentro

Stai cercando qualcosa di originale da proporre per la prossima festa di addio al celibato? Stai cercando per la tua azienda un’attività di team building che aiuti a fare squadra, ma anche tante risate e un po’ di sano sport? O magari vuoi solo provare un’esperienza nuova invece del solito trekking domenicale?

C’è un nuovo sport in cui quasi tutto è concesso senza che ti accada nulla: si tratta del Bubble Soccer, anche conosciuto come Zorb Football e Bubble Football. È praticamente uguale al calcio che tutti conosciamo… o quasi. Dev’essere proprio una bella idea visto che, da quando è stato inventato nel 2011 in Norvegia da Henrik Elvestad e Johan Golden, ormai ci si gioca in ogni angolo del pianeta.

Come funziona? Immagina di essere in un campo di calcio ma avvolto in un pallone gonfiabile trasparente che ti lascia fuori solo le gambe per poter correre dietro al pallone. Tutta la tua squadra è infagottata come te, e i tuoi avversari…anche. Come nel calcio, anche nel Bubble Soccer bisogna segnare in porta, con la differenza che qui non è fallo spingere a terra gli avversari. Ma niente paura: il pallone gonfiabile ti proteggerà dall’impatto degli scontri e dalle cadute sul campo.

È un gioco di squadra e divertimento allo stato puro, e il tutto senza farsi male, ma sudando un bel po’ e facendo valere il tuo talento col pallone… o almeno la tua capacità di placcare gli avversari! In questo sport, talentuosi o negati, tutti possono giocare: magari in campo non ne azzecchi una… ma di sicuro più di una volta avrai dato una spintarella “affettuosa” a qualcuno!

Foto: Josh Rossi

I COMMENTI DEI LETTORI

Vuoi lasciarci un commento sul post?

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con un asterisco. *